salta la barra


Comune di Prato
errore

PagoPA è una rete di pagamento, che consente di saldare la propria posizione debitoria nei confronti delle pubbliche amministrazioni. L'adozione di PagoPA è obbligatoria per tutte le pubbliche amministrazioni, le informazioni su cos'è il PagoPA e come funziona si trovano sul sito ufficiale www.pagopa.gov.it, dove è possibile trovare risposte alle domande più frequenti.

Abbiamo raccolto le segnalazioni dei cittadini pratesi e individuato così le risposte alle domande e ai dubbi, che più di frequente ci sono stati posti.

  1. L' esito del pagamento con PagoPA non è immediato, la ricevuta viene rilasciata dopo che PagoPA ha comunicato al Comune il buon esito della transazione, il tempo di attesa può variare da alcuni minuti a qualche ora. Se il pagamento va a buon fine, i link per scaricare le relative ricevute vengono inviati per email.
    In caso di ritardo eccessivo nella ricezione della ricevuta, contatta l'assistenza di PagoPA.
  2. L'esito del pagamento con PagoPA non è immediato, per questo motivo, dopo aver fatto un primo tentativo di pagamento, finché PagoPA non ne ha comunicato l'esito, vengono subito bloccati ulteriori tentativi.
    Questo serve per impedire di effettuare più pagamenti per lo stesso debito.
    I blocco non è possibile per i pagamenti spontanei, dove a fronte del pagamento non si è maturato un debito, come ad esempio la tassa di concorso, oppure i diritti di segreteria per attività economiche o edilizie.
  3. Il passaggio a PagoPA è obbligatorio per legge, la normativa nazionale (art.5 Dlgs n.82/2005 Codice dell'Amministrazione Digitale), ha individuato PagoPA come la piattaforma unica per tutti i pagamenti per la pubblica amministrazione.
  4. Le commissioni sono richieste dalle banche e dagli istituti di pagamento (Prestatori di Servizi a Pagamento - PSP) e non dal Comune di Prato. Ogni PSP decide le commissioni da applicare, che sono rese evidenti durante il pagamento, quindi il cittadino può scegliere quale metodo di pagamento sia più conveniente per lui.
  5. La piattaforma di PagoPA è gestita dallo Stato attraverso la società PagoPA SpA che ha lo scopo di diffondere il sistema di pagamenti e servizi digitali nel Paese verso la Pubblica Amministrazione.
    Il precedente sistema adottato dal Comune di Prato, era gestito da Banca Sella e permetteva di pagare solo con carta di credito Visa o Mastercard, mentre PagoPA ha lo scopo offrire al cittadino più metodi di pagamento. L'offerta è molto ampia, così da poter scegliere il metodo che si preferisce anche in base alla convenienza della commissione.
  6. Non è necessaria nessuna registrazione per poter pagare con PagoPA, serve solo avere un indirizzo email dove verrà inviata la ricevuta. Quando si arriva alla pagina PagoPA, basta scegliere "Entra con la tua mail".
  7. Certo! Una volta arrivati sul sito di PagoPA, scegli "Entra con SPID". PagoPA si accorge se l'email è collegata ad un utente SPID e chiederà di autenticarsi.
  8. Certo! Quando si arriva alla pagina PagoPA, basta scegliere "Conto corrente", se la propria banca si trova nell'elenco, significa che ha aderito al circuito di PagoPA. Selezionare la propria basnca, a quel punto si viene rimandati sul sito del proprio istituto, dove รจ possibile procedere con il pagamento.
  9. Il Comune di Prato trasmette a PagoPA solo i dati necessari per poter portare avanti il pagamento, sul sito di PagoPA è presente l'informativa per il trattamento dei dati che esplicita come la società gestisca i dati ricevuti.